À l'iniziativa di u guvernu, u PLFR prevede avà a liberazione d'urgenza di 30 milioni di euro in più per finanzà un meccanismu d'urgenza destinatu à preservà l'occupazione in associazioni.

Più chè l'altri, i più chjucchi di elli sò stati veramente indebuliti da e cunsequenze di l'epidemia di Covid-19. Stu novu miccanisimu di sustegnu serà destinatu principalmente à e piccule associazioni chì ùn anu pussutu uttene l'assistenza da u Fondu di sulidarità di dirittu cumunu in a so forma tradiziunale, è ancu à l'associi chì agiscenu in u campu ecunomicu.

L'obiettivu principale di stu dispositivu d'emergenza hè di furnisce una rete di sicurezza, evitendu ancu effetti di pesu mortu. Circa 5.000 associazioni devenu pudè prufittà di st'aiutu di Statu.

Dapoi u primu episodiu di cunfinazione a primavera scorsa, u ricorsu à u Fondu di sulidarità di dirittu cumunu finanziatu da u Statu hè statu pussibule per l'attori assuciativi chì impieganu impiegati. Ma a sollicitazione di stu dispusitivu da parte di l'associazioni s'hè rivelata limitata.

In effetti, à l'11 d'ottobre 2020, solu 15.100 associazioni avianu prufittatu di u Fondu di Sulidarità (per un tutale di 67,4 milioni d'euri), trà 160.000 associazioni di patroni, cumprese 120.000 associazioni cù menu di dece impiegati ...

Cuntinuà à leghje l'articulu nantu à u situ uriginale →

CANTA  U certificatu di qualificazione prufessiunale (CQP)