Congedo retribuito: diritto

In linea di principio, le ferie retribuite devono essere fruite ogni anno. Più che un diritto, il dipendente ha l'obbligo di riposarsi dal proprio lavoro.

I dipendenti hanno diritto a un congedo di 2,5 giorni lavorativi per mese lavorativo, ovvero 30 giorni lavorativi (5 settimane) per un intero anno lavorativo.

Il periodo di riferimento per l'acquisizione delle ferie è fissato da contratto aziendale o, in mancanza, da contratto collettivo.

In assenza di qualsiasi stipula contrattuale, il periodo di vesting è previsto dal 1 giugno dell'anno precedente al 31 maggio dell'anno in corso. Questo periodo è diverso quando l'azienda è affiliata a un fondo per le ferie retribuite, come ad esempio il settore delle costruzioni. In questo caso, è fissato per il 1 aprile.

Congedo retribuito: imposta il periodo preso

Le ferie retribuite sono prese in un periodo che comprende il periodo dal 1 maggio al 31 ottobre. Questa disposizione è di ordine pubblico.

Il datore di lavoro deve prendere l'iniziativa per le ferie, nonché l'ordine delle partenze nella sua azienda.

Il periodo di congedo può essere fissato dal contratto aziendale o, in mancanza di questo, dal contratto collettivo.

, è possibile negoziare il periodo di presa

Continua a leggere l'articolo sul sito originale →

LEGGI  Diritto di allerta del rappresentante del personale: delimitazione del campo d'azione