A partire dal 25 febbraio 2021, i servizi di medicina del lavoro (OHS) hanno la possibilità di vaccinare alcune categorie di dipendenti. A tal fine, il Ministero del Lavoro ha stabilito un protocollo di vaccinazione.

Campagna di vaccinazione da parte dei servizi di medicina del lavoro: persone di età compresa tra 50 e 64 anni comprese le comorbilità

Questa campagna di vaccinazione riguarda persone di età compresa tra 50 e 64 anni comprese le comorbilità. Il protocollo di vaccinazione dei medici del lavoro elenca le patologie interessate:

patologie cardiovascolari: ipertensione arteriosa complicata (ipertensione) (con complicanze cardiache, renali e vasculocerebrali), anamnesi di ictus, anamnesi di malattia coronarica, anamnesi di cardiochirurgia, insufficienza cardiaca stadio NYHA III o IV; diabete sbilanciato o complicato; patologie respiratorie croniche suscettibili di scompenso durante un'infezione virale: broncopneumopatia ostruttiva, asma grave, fibrosi polmonare, sindrome delle apnee notturne, fibrosi cistica in particolare; obesità con indice di massa corporea (BMI) ≥ 30; cancro progressivo in trattamento (esclusa la terapia ormonale); almeno la cirrosi allo stadio B del punteggio Child Pugh; immunosoppressione congenita o acquisita; falciforme maggiore o anamnesi di splenectomia; malattia del motoneurone, miastenia grave, sclerosi multipla, malattia

Continua a leggere l'articolo sul sito originale →

LEGGI  Dalla creatività all'innovazione