Buono ristorante: misure provvisorie applicabili dal 12 giugno 2020

Durante il primo parto, le persone che beneficiano buoni ristorante, non poteva usarli. Il ministero del Lavoro ha indicato che durante questo periodo sono stati capitalizzati quasi 1,5 miliardi di euro di buoni pasto.

Per sostenere i ristoratori e incoraggiare i francesi a consumare nei ristoranti, il governo aveva allentato le loro regole d'uso.

Pertanto, dal 12 giugno 2020, i destinatari dei buoni pasto possono utilizzarli la domenica e i giorni festivi:

  • nei ristoranti tradizionali;
  • fast food mobili e non mobili;
  • stabilimenti self-service;
  • ristoranti in hotel;
  • birrerie che offrono un'offerta di ristorazione.

Inoltre, il tetto di pagamento in questi stabilimenti è ridotto a 38 euro al giorno invece di 19 euro.

Attenzione
Rimane a 19 euro per la spesa presso rivenditori e supermercati.

Questi rilassamenti sono temporanei. Dovevano fare domanda fino al 31 dicembre 2020.

Il ministero dell'Economia ha appena annunciato l'estensione delle misure per rilassare l'uso dei buoni pasto.

Buono ristorante: misure provvisorie prorogate fino al 1 settembre 2021

Purtroppo, ancora una volta, con questa seconda ondata di Covid-19 i ristoranti sono stati costretti a chiudere. È quindi diventato molto difficile vendere i propri titoli a beneficio dei ristoranti.

Per sostenere il settore della ristorazione, il Governo sta estendendo le misure di flessibilità messe in atto dal 12 giugno 2020. Pertanto, fino al 1 settembre 2021, solo nei ristoranti:

  • il limite di utilizzo giornaliero dei buoni pasto viene raddoppiato. Rimane quindi a 38 euro invece di 19 euro per gli altri settori ...
LEGGI  Campus Cyber: insieme al servizio di una grande nazione digitale

Continua a leggere l'articolo sul sito originale →