CDD: soddisfare un'esigenza specifica e temporanea

L'utilizzo di un contratto a tempo determinato (CDD) è strettamente regolato dal Codice del lavoro. È vietato utilizzare contratti a tempo determinato per coprire posti di lavoro a tempo indeterminato.

In particolare, un contratto a tempo determinato può essere utilizzato per:

la sostituzione di un dipendente assente; lavoro stagionale o abituale; o in caso di temporaneo aumento dell'attività. Contratto a tempo determinato: valutazione della realtà dell'incremento temporaneo dell'attività

L'aumento temporaneo dell'attività è definito come un aumento limitato nel tempo della normale attività della tua azienda, ad esempio un ordine eccezionale. Per far fronte a ciò si può ricorrere a un contratto a tempo determinato per aumento temporaneo di attività (Codice del Lavoro, art. L. 1242-2).

In caso di controversia, è necessario stabilire la realtà del motivo.

Ad esempio, è necessario fornire prove che dimostrino l'aumento temporaneo della normale attività in modo che i giudici possano valutare la realtà di questo aumento al momento della conclusione del contratto di lavoro a tempo determinato.

Nella causa pronunciata dalla Corte di Cassazione, un dipendente, assunto con contratto a tempo determinato per incremento temporaneo su piattaforma telefonica, ha richiesto la riclassificazione del proprio contratto a tempo indeterminato. Il

Continua a leggere l'articolo sul sito originale →

LEGGI  Aumento dell'indennità di attività parziale e certificazione giurata: nuovi settori di attività interessati