Riepilogo sulle formule educate: qual è la loro struttura?

"La prego di credere, signora, signore, nell'assicurazione della mia distinta considerazione" o "La prego di accettare, signore (o signora), l'espressione della mia perfetta considerazione" o "In attesa di una sua lettura, la prego di credere, signore, nella mia sincera / considerazione molto alta ”… Queste sono tutte espressioni educate che possono essere utilizzate in un'e-mail professionale. Ma a ben guardare, da queste formulazioni emergono 4 elementi: l'uncino, il verbo, il turn e l'espressione della formula finale.

Quali sono i 4 elementi che compongono le formule educate?

Troviamo nelle classiche formule educate, 4 elementi principali:

  • Il gancio della formula finale
  • Il verbo della formula finale
  • Il turno della formula finale
  • L'espressione della formula finale

Il gancio della formula finale

Il tormentone dell'ultima frase di cortesia si trova nelle espressioni “In attesa…”, “Prego per te…” o “Con i miei pensieri…”. Tuttavia, va notato che dopo questi ganci, è il soggetto che deve seguire. Tutto il resto è sbagliato.

Il verbo della formula finale

I verbi della formula finale generalmente utilizzati sono: "Accetto...", "Ti prego di approvare", "Per favore/Degnati di approvare". Ci sono anche altri verbi di tipo: Trova, ricevi, credi, accetta.

LEGGI  Motivi per evitare errori di ortografia sul lavoro

Ma ci sono alcune sfumature, tuttavia. La frase "Prego accetti l'espressione dei miei migliori saluti" è sbagliata per il semplice motivo che i migliori saluti sono già considerati una certa espressione. Improvvisamente, c'è ridondanza e persino sciocchezze, secondo alcuni specialisti.

Inoltre, in lingua francese, esprimiamo sentimenti e non saluti. Tuttavia, si può dire: "Per favore, accetta l'espressione dei miei distinti sentimenti".

Il turno della formula finale

Notiamo la svolta della formula finale in frasi come "L'espressione della mia profonda gratitudine..." o "L'assicurazione dei miei rispettosi saluti...".

L'espressione della formula finale

È presente nelle locuzioni "I miei rispettosi saluti, i miei sinceri saluti, i miei migliori saluti ...", "I miei migliori sentimenti, i miei distinti sentimenti, i miei rispettosi sentimenti, i miei devoti sentimenti ...", "Il mio rispettoso omaggio, il mio dedizione rispettosa, la mia rispettosa simpatia... "o" La mia più alta considerazione, la mia più alta considerazione, la mia sincera considerazione... ".

Otteniamo così le formule educate del tipo:

  • Ricevete, signora, signore, i miei migliori saluti.
  • Sii certa, signora, dei miei più rispettosi sentimenti
  • Accetta, signora, l'espressione dei miei distinti sentimenti

In ogni caso, va notato che queste formule hanno una portata generale e sono specifiche del formalismo delle lettere o delle lettere. Ma ci sono anche alcune espressioni cortesi che si possono trovare nelle e-mail aziendali. Possiamo citare tra questi:

  • cordialmente
  • sinceramente
  • saluti sincères
  • Bien cordialement
  • sinceramente
  • Distinti saluti
  • Cordiali saluti