La legge “Futuro professionale” prevede che i contributi e gli incrementi possano essere versati dai datori di lavoro sul CPF dei dipendenti. In particolare, contributi correttivi e integrativi previsti da accordi aziendali, ecc.

Ma Caisse de depots et consignations amplia la piattaforma ai contributi che Attualmente le aziende possono anche integrare al CPF con somme che saranno destinate a progetti di formazione specifici alle esigenze delle aziende e dei loro dipendenti.

Personale attivo Le aziende possono effettuare un organico “attivo” dal 3 settembre 2020, si precisa che non consente né rimborsi né destinare il denaro ad un percorso formativo specifico per il dipendente. A fine dicembre 2020, circa 1 aziende avevano utilizzato questo sistema per 800 beneficiari e un importo complessivo di finanziamento di circa 4 milioni di euro.

Quattro tipi di dotazione: Dotazione volontaria: per partecipare al finanziamento di un progetto di formazione o per aumentare il “budget formativo” dei dipendenti per incoraggiarli a formarsi. Diritti aggiuntivi: attuare un contratto collettivo che preveda alimenti più favorevoli. Diritti correttivi: per pagare i 3 € di diritti correttivi legati ai colloqui professionali. Questo obbligo è applicabile

Continua a leggere l'articolo sul sito originale →

LEGGI  Azienda: i dipendenti non potranno più indossare maschere fatte in casa