La vaccinazione sul lavoro diventerà possibile, a determinate condizioni. Da giovedì 25 febbraio, le persone di età compresa tra 50 e 64 anni con comorbilità potranno farsi somministrare il vaccino AstraZeneca dal proprio medico curante ma anche dal proprio medico del lavoro. La direzione generale del lavoro ha pubblicato un protocollo di vaccinazione il 16 febbraio.

Chi può essere vaccinato?

Inizialmente potranno essere vaccinati solo i dipendenti di età compresa tra 50 e 64 anni con comorbilità (malattie cardiovascolari, diabete instabile, ipertensione, obesità, malattie respiratorie croniche, ecc.).

Vaccinazione su base volontaria

La vaccinazione si baserà sul lavoro volontario di medici del lavoro e dipendenti. Deve essere offerto ai dipendenti, "Chi deve fare una scelta esplicita di essere vaccinato dal medico del lavoro, nella misura in cui queste persone possono scegliere di essere vaccinate anche dal proprio medico curante", specifica il protocollo.