Tutte le persone che vivono in Francia devono pagare il proprio tasse in Franciae qualunque sia la loro nazionalità. Tutto il loro reddito viene quindi preso in considerazione per il calcolo delle imposte.

Tasse: residenza fiscale in Francia

Le imposte in Francia riguardano i cittadini francesi il cui domicilio fiscale è in Francia, ma anche i cittadini stranieri a determinate condizioni.

Determina la residenza fiscale per le tasse

Dal punto di vista delle tasse e per stabilire il domicilio fiscale in Francia, è necessario soddisfare determinate condizioni. Se una di queste condizioni è soddisfatta, allora la persona interessata è considerata come domiciliato in Francia.

  • La residenza abituale (o quella della famiglia) o il luogo di residenza principale si trova sul territorio francese.
  • Per esercitare un'attività professionale, stipendiata o meno, in Francia.
  • Il centro degli interessi economici e personali si trova in Francia.

Di conseguenza, uno non sceglie la propria residenza fiscale, in realtà deriva da diversi criteri convenzionali e legali. La tassa di non residenza in Francia viene quindi tassata solo sulle sue entrate provenienti da fonti francesi. La remunerazione che riceve in cambio di un'attività in territorio francese è indicata in una dichiarazione dei redditi francese.

La maggior parte dei trattati fiscali internazionali prevede quindi quella che è nota come clausola di missione temporanea. I dipendenti che rimangono meno di 183 giorni in Francia non sono soggetti a una tassa sul reddito guadagnato in relazione a questa attività.

LEGGI  Che cos'è la ritenuta d'acconto?

Come viene calcolata la tassa in Francia?

L'imposta in Francia è calcolata sulla base dei vari redditi della casa fiscale. Possono provenire da varie fonti: salari, pensioni, affitto, reddito da terra, ecc. Il domicilio fiscale corrisponde al contribuente e al coniuge, ma anche ai figli dichiarati dipendenti. Quindi, il reddito totale della famiglia viene diviso in base al numero di azioni.

In una dichiarazione dei redditi, una azione per adulto e metà azione per i primi due figli a carico. Ogni bambino del terzo figlio a carico corrisponde a una condivisione. L'aliquota applicata dipende quindi dalla dimensione della famiglia e del reddito.

La scala progressiva dell'imposta è stabilita tra lo 0 e il 45%. In Francia, i contribuenti sono tassabili sul reddito francese e sul reddito estero, indipendentemente dalla loro nazionalità.

Tassa di solidarietà sulla ricchezza

ISF è un'imposta dovuta da persone fisiche che hanno beni eccedenti la soglia definita in 1er Gennaio. Le persone che hanno il domicilio fiscale in Francia pagheranno l'ISF per tutte le loro proprietà situate in Francia e fuori dalla Francia (secondo le convenzioni internazionali). La doppia tassazione è ovviamente evitata in assenza di una convenzione internazionale.

Le persone il cui domicilio fiscale non è in Francia saranno tassate solo per la loro proprietà situata sul suolo francese. Si tratta quindi di beni mobili corporali, beni immobili e diritti reali immobili. Può riguardare anche crediti nei confronti di un debitore con sede in Francia, nonché su titoli emessi da una persona giuridica con sede legale in Francia o dallo Stato francese.

LEGGI  L'account di formazione personale (CPF)

Infine, sono elencate anche le azioni e le azioni di società e persone giuridiche che non sono quotate in borsa e le cui attività consistono in una maggioranza di diritti immobiliari e immobiliari situati in Francia.

Tasse di persone residenti in Francia

Le persone che risiedono in Francia e il cui domicilio fiscale è in territorio francese devono completare e completare la dichiarazione dei redditi in Francia.

Il sistema fiscale francese

Ogni persona residente in Francia si troverà quindi in una situazione simile a quella dei contribuenti francesi. Il loro reddito è imponibile: reddito da fonti francesi e straniere.

Questi residenti devono registrarsi presso l'ufficio delle imposte. Di conseguenza, se pagano le tasse in Francia, godono anche di vantaggi quali le varie riduzioni di tasse e indennità previste e l'autorizzazione a riconoscere le spese deducibili dal loro reddito totale.

Il regime dei dirigenti stranieri

Succede che dirigenti stranieri vengano a lavorare in Francia. Per cinque anni non sono tassabili sul reddito percepito in Francia. I dirigenti professionisti interessati da questa misura fiscale in Francia sono:

  • Le persone che sono principalmente impegnate in attività e richiedono competenze specifiche. Molto spesso, le aree di competenza in questione hanno difficoltà nel reclutamento in Francia.
  • Persone che investono nella capitale delle società dal 1er Gennaio 2008. Alcune condizioni finanziarie devono ancora essere soddisfatte.
  • Dipendenti reclutati all'estero da una società con sede in Francia.
  • Ufficiali e impiegati chiamati all'estero allo scopo di mantenere una posizione in una società presente in Francia.
LEGGI  Come aumenta il potere d'acquisto?

Il regime fiscale per "impati"

Un regime fiscale specifico si applica alle persone che si stabiliscono nuovamente in Francia dopo aver pubblicato all'estero da 1er Gennaio 2008. Ogni persona che si trasferisce in Francia vede la propria retribuzione aggiuntiva legata al distacco temporaneo esente da imposta al 30%. Questo tasso può salire al 50% per determinati redditi esteri.

Inoltre, la ricchezza al di fuori della Francia è esente da imposta durante i primi cinque anni in Francia.

Consigli

Qualunque sia la sua situazione, è sempre meglio chiedere il parere delle autorità fiscali francesi. Lei sarà in grado di determinare lo status da applicare a una famiglia fiscale straniera che si è insediata in Francia. È anche possibile consultare i trattati fiscali in base al paese di origine del cittadino straniero. In questo caso, il consolato può fornire risposte utili in merito alle disposizioni particolari di ciascuno.

Per concludere

Ogni persona che ha un domicilio fiscale in Francia deve quindi pagare le sue tasse in Francia. Tutto ciò che è richiesto è che la residenza principale del contribuente (o della sua famiglia) sia in territorio francese. Potrebbe anche essere i suoi interessi economici o personalecosì come la sua attività professionale. Gli stranieri che si stabiliscono e lavorano in Francia devono quindi fare la dichiarazione dei redditi in Francia.