Uno dei sindacati della mia azienda mi chiede di allestire una sala dedicata all'allattamento al seno. Quali sono i miei obblighi in questa materia? Può il sindacato costringermi a una simile installazione?

Allattamento al seno: le disposizioni del codice del lavoro

Si noti che, per un anno dal giorno della nascita, la sua dipendente che allatta il proprio figlio ha a disposizione un'ora al giorno a tal fine durante l'orario di lavoro (Codice del lavoro, art. L. 1225-30) . Ha anche l'opportunità di allattare il suo bambino nella struttura. Il tempo a disposizione della dipendente per allattare il proprio bambino è suddiviso in due periodi di trenta minuti, uno durante il lavoro mattutino, l'altro durante il pomeriggio.

Il periodo durante il quale il lavoro viene interrotto per l'allattamento al seno è determinato di comune accordo tra il lavoratore e il datore di lavoro. In mancanza di accordo, questo periodo è posto a metà di ogni mezza giornata di lavoro.

Inoltre, si tenga presente che qualsiasi datore di lavoro con più di 100 dipendenti può essere ordinato di installare nel proprio stabilimento o in prossimità di locali dedicati all'allattamento (Codice del lavoro, art. L. 1225-32) …

Continua a leggere l'articolo sul sito originale →

LEGGI  Rispondere alle obiezioni dei clienti