Nel diritto del lavoro segnato dalla crescente importanza dello standard contrattuale e dal moltiplicarsi di disposizioni legislative derogabili o integrative, le norme "che hanno carattere di ordine pubblico" appaiono come gli ultimi limiti alla libertà negoziale delle parti sociali C. trav., Art. L. 2251-1). Quelle che richiedono al datore di lavoro di "garantire l'incolumità e tutelare la salute fisica e mentale dei lavoratori" (C. trav., Art. L. 4121-1 f.), Contribuendo all'efficacia di questi ultimi del diritto fondamentale alla salute (Preambolo alla Costituzione del 1946, paragrafo 11; Carta dei diritti fondamentali dell'UE, art. 31, § 1), ne fanno certamente parte. Nessun contratto collettivo, anche negoziato con i rappresentanti dei lavoratori, può quindi esonerare il datore di lavoro dall'attuazione di determinate misure di prevenzione dei rischi.

In questo caso, il 4 giugno 2000 si è concluso un emendamento ad un accordo quadro del 16 maggio 2016 relativo all'organizzazione e riduzione dell'orario di lavoro nel settore del trasporto sanitario. Un'organizzazione sindacale che ha partecipato alle trattative senza firmando tale emendamento aveva adito il tribunal de grande instance con una richiesta di annullamento di alcune sue disposizioni, in particolare quelle relative a ...

Continua a leggere l'articolo sul sito originale →

LEGGI  Come avere successo in Print On Demand su RedBubble