ANSSI lavorerà, insieme al Ministero per l'Europa e gli Affari Esteri, per rafforzare il coordinamento dell'Unione Europea in caso di grave crisi informatica.

Un grave attacco informatico può avere un effetto duraturo sulle nostre società e sulle nostre economie su scala europea: l'UE deve quindi essere in grado di prepararsi ad affrontare un evento del genere. La rete europea delle autorità preposte alla gestione delle crisi informatiche (CyCLONe) si riunirà quindi a fine gennaio, con il supporto della Commissione Europea e dell'ENISA, per discutere le sfide poste da una crisi su larga scala e le modalità di sviluppo e migliorare i meccanismi di cooperazione e assistenza reciproca all'interno dell'UE. Questo incontro sarà anche un'opportunità per esplorare il ruolo che attori fidati del settore privato potrebbero svolgere, compresi i fornitori di servizi di sicurezza informatica, nel supportare le capacità del governo in caso di un grave attacco informatico.
L'incontro della rete CyCLONe sarà parte di una sequenza di esercitazioni che coinvolgerà le autorità politiche europee a Bruxelles e che mirerà a testare l'articolazione degli aspetti interni ed esterni della gestione delle crisi informatiche all'interno dell'UE.

ANSSI lavorerà, insieme alla Commissione Europea

Continua a leggere l'articolo sul sito originale →

LEGGI  Attrattività e marketing territoriale