Stampa Friendly, PDF e Email

Al fine di motivare i dipendenti, la maggior parte delle aziende concede diversi tipi di bonus oltre ai pagamenti mensili di base e come ricompensa per il lavoro di qualità, la frequenza, l'anzianità o altri servizi lodevoli. Con l'avvicinarsi delle festività natalizie, il tuo datore di lavoro ti pagava lo stesso bonus. All'improvviso, niente. Usa una lettera modello tra quelle che suggerisco per chiedere un ritorno alla normalità.

I diversi tipi di bonus

In campo professionale esistono diversi tipi di bonus. Esistono i premi consueti, già previsti dal contratto di lavoro. Poi il contratto collettivo o contratti collettivi. Oltre a bonus volontari che, invece, vengono offerti gratuitamente dal datore di lavoro. Qualunque sia la natura dei suoi premi, dipendono da una serie di leggi e regolamenti specifici.

Premi usuali o obbligatori

I premi utente sono generalmente legati all'attività dell'azienda. È una sorta di bonus obbligatorio per i dipendenti. Legato alla loro anzianità, ma anche alla natura della loro attività e quindi al loro livello di prestazione. Il datore di lavoro ha il dovere di pagare questi bonus, individualmente o collettivamente. E questo secondo le condizioni precisate proprio nel contratto di lavoro, nel contratto collettivo o in altri testi ufficiali. Anche quando inizialmente questo tipo di bonus è stato deciso a seguito di un impegno unilaterale da parte del datore di lavoro.

Generalmente è:

  • Bonus di anzianità
  • Bonus sulle prestazioni
  • Premi di rischio
  • Bonus per le vacanze
  • Bonus di fine anno
  • Bonus basati su obiettivi o risultati
  • Bonus di bilancio
  • Da un tredicesimo mese
  • Bonus di presenza
  • Bonus incentivi.

Questi premi sono definiti secondo un metodo di calcolo invariabile e formulati nei testi ufficiali. Costituiscono un compenso aggiuntivo previsto per tutti i dipendenti. Tali bonus, nell'ambito delle componenti salariali a sé stanti, saranno soggetti a contributi sociali e imposte sul reddito.

LEGGI  Posta professionale: alcune regole per i comuni moduli di chiamata

È inoltre possibile raccogliere premi specifici (matrimonio, nascita, PACS), premi di trasporto o premi pasto.

Bonus "volontario"

I cd bonus “volontari”, una tantum o eccezionali sono bonus non obbligatori. Il datore di lavoro li paga liberamente ea sua discrezione. Questi tipi di bonus possono essere:

  • Un bonus di fine anno, una sorta di retribuzione il cui metodo di calcolo è stabilito dal datore di lavoro nel contratto di lavoro o contratto collettivo;
  • Un bonus eccezionale o un bonus per singolo evento, una somma aggiuntiva allo stipendio pagato dal datore di lavoro se il dipendente ha soddisfatto tutti i criteri previsti;
  • Un premio non infortunistico;
  • Un bonus concesso "in base al lavoro svolto"

D'altra parte, questi bonus cosiddetti “volontari” sono obbligatori e entrano a far parte della retribuzione, quando il loro utilizzo è:

  • In generale, l'importo viene pagato a tutti i dipendenti o costantemente allo stesso dipartimento,
  • Costante, pagato in diversi anni,
  • pagamento assiduo e fisso di identico importo.

Come posso richiedere il pagamento di un premio?

Un bonus fa parte dello stipendio. A causa di una svista o di un errore da parte del manager, un rifiuto da parte del datore di lavoro, il mancato pagamento di questo beneficio è considerato come una colpa grave da parte della vostra azienda.

Hai 3 anni per presentare un reclamo. In caso di risoluzione del contratto, un ex dipendente può richiedere premi non pagati negli ultimi tre anni prima di lasciare l'azienda ai sensi dell'articolo L.3245-1 del Codice del lavoro.

Nel caso in cui il tuo datore di lavoro non ti abbia pagato uno o più importi di premio. Richiedili oralmente per cominciare. Quindi, in mancanza di risultati, inviare una raccomandata con avviso di ricevimento. Se il datore di lavoro non ti concede gli importi che ti deve. Ha la possibilità di deferire la questione al Conseil de Prud'hommes.

LEGGI  Motivi per evitare errori di ortografia sul lavoro

Stessa procedura per il pagamento di uno o più premi “volontari” non pagati dal datore di lavoro. Il dipendente può quindi dare inizio alla propria azione mediante semplice richiesta orale, quindi mediante invio di lettera raccomandata con avviso di ricevimento. In caso di rifiuto del datore di lavoro, è possibile avviare un'azione con il Consiglio del lavoro. D'altra parte, la Corte di Cassazione specifica, Camera Sociale 1 aprile 1981, n ° 79-41424, il dipendente deve giustificare la regolarità del premio dinanzi a tale tribunale competente.

Come prova, deve rivelare:

  • La regolarità del pagamento del premio per diversi anni,
  • Pagamento del bonus a tutti i dipendenti oa un gruppo di dipendenti, ad esempio dello stesso dipartimento
  • Pagamento dello stesso importo ogni anno.

Ecco alcune lettere di esempio per richiedere un bonus d'uso, che puoi facilmente adattare ad altri tipi di gratuità.

Prima lettera di esempio

Julien dupont
75 bis rue de la grande porte
75020 Paris
Tel: 06 66 66 66 66
julien.dupont@xxxx.com 

Sir / Madam,
funzione
Indirizzo
Cap

A [City], il [Date]

Lettera raccomandata con ricevuta di ritorno

Oggetto: Richiesta di pagamento del bonus di fine anno

Signore,

In base al mio contratto di lavoro, l'azienda mi paga normalmente un bonus di fine anno ogni dicembre. Con la presente vi informo che non è menzionato nella mia busta paga, a meno che non mi sbagli, quest'anno.

Avendo lavorato in azienda da [numero] anni, questa è la prima volta che non ricevo il bonus. Dopo aver verificato con i miei colleghi, diventa chiaro che la maggior parte dei dipendenti ha lo stesso problema. Così sono giunto alla conclusione che non si trattava di un semplice errore che mi riguardava.

Il pagamento di tale bonus è comunque regolare, fisso ed effettuato per tutti i dipendenti. Tale gratuità è quindi diventata obbligatoria come previsto dalla legge.

Nella misura in cui non sono state prese le misure necessarie per interrompere questo utilizzo, ti sarei grato se potessi organizzare il pagamento del mio bonus di fine anno.

In attesa di una risposta favorevole da parte vostra per questa rettifica, vi preghiamo di accettare i miei migliori saluti.

 

                                                                                       Firma

 

LEGGI  Il rapporto: 4 Punti essenziali da sapere per avere successo

Seconda lettera di esempio

Julien dupont
75 bis rue de la grande porte
75020 Paris
Tel: 06 66 66 66 66
julien.dupont@xxxx.com 

Sir / Madam,
funzione
Indirizzo
Cap

A [City], il [Date]

Lettera raccomandata con ricevuta di ritorno

Oggetto: richiesta di pagamento di un premio di rendimento

Signore,

Fin dai miei esordi nella nostra azienda, come [funzione] da [data], il mio contratto di lavoro menziona il mio diritto a un premio di rendimento basato sulla mia efficienza e produttività.

Dopo la mia integrazione nella tua squadra, mi paghi regolarmente questo bonus alla fine di ogni anno.

Questo premio ha quindi acquisito, attraverso il suo uso regolare e ripetuto, un carattere obbligatorio.

Anche se quest'anno ho potuto ottenere risultati migliori rispetto all'ultimo, ho notato nella mia ultima busta paga che non mi hai pagato. Grazie per avermi spiegato il motivo del mancato pagamento della mia mancia, se giustificato.

Altrimenti, mi aspetto una rapida regolarizzazione e, signore, accetti i miei più distinti saluti.

 

                                                                                    Firma

Scarica "premier-examples.docx" premier-examples.docx - Scaricato 4064 volte - 15 Kb

Scarica "second-example.docx" deuxieme-examples.docx - Scaricato 3982 volte - 15 Kb