Quando sei felice, esprimere la gioia e la felicità che provi nel profondo è una cosa ovvia. Inoltre, è facile arrivarci. Questo non è il caso quando siamo sopraffatti da emozioni negative come paura, rabbia o persino tristezza. Trova la giusta soluzione!

Esprimiti o stai zitto?

Quando si tratta di un'emozione positiva come la gioia, spesso vogliamo condividerla. Inoltre, si manifesta automaticamente attraverso gli occhi e il viso. Detto questo, deve essere espresso in modo ragionevole. In effetti, dobbiamo agire con moderazione. Gridare o fare gesti ridicoli di fronte a colleghi o estranei è una cattiva idea.

Quando si tratta diemozione negativa, il compito è molto più difficile. Da un lato, esprimere è liberare se stessi, porta un incredibile benessere. D'altra parte, si dice spesso che essere tranquilli è l'opzione migliore quando si è sopraffatti da emozioni spiacevoli.

In effetti, quando parliamo con rabbia, arriviamo a dire cose che potremmo rimpiangere in seguito. Allo stesso modo, quando proviamo dolore o quando proviamo paura, tendiamo a reagire in modo eccessivo e irragionevole.

Dovremmo allora sopprimere i suoi sentimenti e chiudersi? No ! Questo può solo causare ulteriore stress. D'altra parte, devi agire in modo intelligente cercando di rivelare ciò che senti in modo costruttivo. Quali sono le istruzioni per l'uso?

LEGGI  Tasti 5 che possono aiutare a gestire meglio lo stress / evitare lo stress

Fare un passo indietro è fondamentale!

Senza dubbio, prima di dire qualsiasi cosa, la prima cosa da fare è identificare ciò che senti veramente nel tuo cuore. Questo è chiamato fare un passo indietro. Questo passaggio è capitale. Può impedirti di reagire di fretta e commettere errori.

Ad esempio, il tuo supervisore ti incolpa per la qualità del tuo lavoro. Combattere subito può peggiorare le cose. In effetti, puoi fare osservazioni offensive e deplorevoli o fare un gesto inappropriato.

È facendo un passo indietro che possiamo capire meglio la situazione e identificare le sue emozioni. Dobbiamo anche provare a controllarli se necessario. Adottando questa strategia, determinerai il modo migliore di reagire.

Allo stesso tempo, devi scegliere se condividere o meno ciò che senti. Attenzione! È fuori questione prendere una decisione alla leggera. Se si decide di rivelare le proprie emozioni, bisogna interrogarsi sulle ragioni e sulle conseguenze.

In altre parole, è importante determinare il perché di tale e tale atto. Inoltre, a volte è necessario rimanere discreti sull'obiettivo che si desidera raggiungere condividendo un'emozione in particolare.

Trova la lingua giusta

Il modo in cui ti esprimi può influenzare il comportamento del tuo interlocutore. Ecco perché è necessario scegliere la propria lingua e riflettere su ciò che si sta per dire. La prima regola da rispettare è esprimere il problema in modo obiettivo. Concentrati sempre sui fatti.

LEGGI  Come sviluppare il tuo potenziale personale e professionale: formazione gratuita

Pertanto, è necessario astenersi dal formulare giudizi, ipotesi o interpretazioni. Per essere più chiari, dobbiamo ricordare i fatti così come sono. Ad esempio, hai un appuntamento con il tuo college alle 8:XNUMX. Lui è in ritardo. Quando arriva, non è necessario incolpare cose come "arrivi in ​​ritardo apposta?" ".

È meglio dire: “avevamo appuntamento alle 8 del mattino; Sono le 8:30, ti aspetto da mezz'ora ”. Questo si chiama esprimersi con chiarezza e obiettività.

Esprimi le tue emozioni con fiducia

Certamente, è vietato emettere giudizi. Ma ciò non significa che dobbiamo nascondere ciò che sentiamo. Che si tratti di delusione o rabbia, è importante informare il chiamante. Questo gli permette di misurare la portata delle sue azioni e di posizionarsi.

Sappi che puoi esprimere le tue emozioni attraverso gesti o intonazioni. Il linguaggio non verbale è spesso più facile da capire delle parole. Ad esempio, è impossibile sapere se una persona parla con umorismo o serietà se non lo indica attraverso i suoi atteggiamenti o la sua intonazione.

Detto questo, prima di iniziare, bisogna prima riconoscere i suoi segni di emozioni e trigger fisici. Ecco come li gestiamo e li gestiamo meglio. Inoltre, è essenziale inseguire i pensieri cattivi che generano stress. Dobbiamo rimanere realistici.

Avanzando una soluzione

Esprimere le emozioni in modi costruttivi è anche sapere come proporre una soluzione. In effetti, non è abbastanza per fare rimproveri. L'ideale è concludere lo scambio con una nota positiva.

LEGGI  Prepara la tua richiesta di aumento

Quindi, quando il tuo interlocutore è diventato consapevole dei tuoi sentimenti, devi esprimere l'azione desiderata. Inoltre, devono essere aggiunti ulteriori dettagli e condizioni riguardanti la sua realizzazione.

In tutte le circostanze, è necessario utilizzare termini corretti. Lanciare minacce o commenti sprezzanti è una cattiva idea. Questo può solo portare a una brutta atmosfera. Ma l'obiettivo non è creare un conflitto con il tuo interlocutore, ma spiegarti per cambiare le cose.

Una buona preparazione è essenziale!

Ovviamente, per esprimersi in modo costruttivo, bisogna essere preparati ad affrontare il proprio interlocutore, da qui la necessità di fare un passo indietro. Dobbiamo darci il tempo per imparare come esprimere le emozioni con sobrietà. Inoltre, devi anche prepararti ad accogliere le emozioni del tuo interlocutore. Possiamo quindi interagire in modo intelligente.

Tutto ciò richiede un lavoro di sviluppo personale. Bisogna imparare a conoscere le sue reazioni a una tale situazione e ai suoi gesti emotivi. È così che è possibile controllarli.

In breve, esprimere le proprie emozioni in modo costruttivo è un compito difficile che richiede un vero lavoro su se stessi. Bisogna fare un passo indietro, imparare a controllare le emozioni e i gesti emotivi. Devi anche scegliere le tue parole e sapere come parlare con sicurezza.

Infine, non dobbiamo accontentarci di criticare. È anche necessario presentare una soluzione.