A causa dell'epidemia di coronavirus, il tuo datore di lavoro ha deciso di lavorare a breve termine. In definitiva, si stima che più di due milioni di lavoratori saranno interessati da questo sistema. Cos'è la disoccupazione tecnica, quali misure adottare, chi e quando stai andando pagarti? Tutte le risposte alle tue domande.

Che cos'è la disoccupazione parziale o tecnica?

Per parlare di disoccupazione parziale o tecnica, oggi si usa il termine attività parziale. Come regola generale, questo è per un'azienda che sta affrontando un calo o un'interruzione significativa della sua attività. Pagare un risarcimento ai propri dipendenti che saranno rimborsati dallo stato. Questo aiuta ad evitare licenziamenti.

È in questo quadro, e questo, qualunque sia il tuo ramo professionale, che sarai ricompensato fino a:

  • 84% del tuo stipendio netto e il 70% del tuo stipendio lordo.
  • 100% del tuo stipendio se sei con salario minimo o in formazione (CDD o CDI).
  • Con un massimo di 4607,82 euro se si supera la soglia di 4,5 salario minimo.

 Quali sono i passi da compiere?

È a il tuo datore di lavoro fare richiesta alla Direzione Regionale Imprese, Concorrenza, Consumi, Lavoro e Occupazione. Per aiutare le aziende nel periodo corrente, sono stati concessi 30 giorni per inviare le loro richieste. Per quanto ti riguarda, riceverai la busta paga e lo stipendio nel solito modo. Durante questo periodo di disoccupazione, il tuo contratto di lavoro sarà sospeso, ma non interrotto. Vale a dire che rimarrai legato alla tua azienda, e quindi è escluso che tu lavori per un concorrente ad esempio. Molti contratti di lavoro contengono questa clausola di non concorrenza. Non ti è vietato lavorare, ma devi informare il tuo datore di lavoro.

LEGGI  Apri una linea telefonica e trova un fornitore di servizi Internet in Francia

Possiamo obbligarvi a chiedere le foglie?

Durante il periodo di confinamento e in seguito a un accordo aziendale con i sindacati e la riunione del Comitato economico e sociale. La tua attività potrebbe importi 6 giorni di riposo massimo pagato. Il periodo di preavviso, che di solito è di un mese, è revocato in considerazione delle circostanze eccezionali che la Francia sta attraversando. Gli RTT seguiranno anche la stessa logica.

Se avevi intenzione di andare presto in vacanza. Potresti considerare di posticipare il congedo. Ricorda che nulla costringe il tuo capo a modificare le date delle vacanze. Al contrario, potrebbe aver bisogno di te al termine della crisi e sarà quindi sicuramente riluttante a posticipare la vacanza.

Lavoratori autonomi, agenti temporanei e lavoratori a domicilio.

Per i lavoratori autonomi è prevista la creazione di un fondo di solidarietà. Questo sistema prevede il pagamento di un contributo di 1500 euro mensili. Ne possono beneficiare coloro che hanno subito una perdita di fatturato o hanno cessato ogni attività.

lavoratori i lavoratori temporanei beneficiano della disoccupazione parziale proprio come i lavoratori con contratto a tempo indeterminato oa tempo determinato. La natura del loro contratto non pregiudica il loro diritto a beneficiare del sistema.

Se sei impiegato da persone fisiche, bambinaia, governante o altro. Un dispositivo paragonabile alla disoccupazione parziale ti consentirà di ottenere l'80% della tua retribuzione abituale. Il tuo datore di lavoro ti pagherà e sarà rimborsato in seguito dallo Stato.