Vaccinazione dei dipendenti: fascia di età ridotta

I servizi di medicina del lavoro possono vaccinare i dipendenti dal 25 febbraio 2021 con il vaccino AstraZeneca.

In origine, questa campagna di vaccinazione era aperta ai dipendenti di età compresa tra 50 e 64 anni inclusi i soggetti con comorbilità.

D'ora in poi, l'Alta Autorità per la Salute raccomanda di utilizzare il vaccino AstraZeneca solo per le persone di età pari o superiore a 55 anni.

Il medico del lavoro, che deve osservare le regole relative alla prioritizzazione del pubblico destinatario di questa campagna di vaccinazione, può ora vaccinare solo le persone di età compresa tra 55 e 64 anni comprese le comorbilità.

Sappi che non puoi imporre la vaccinazione ai tuoi dipendenti. Il tuo servizio di medicina del lavoro, infatti, può vaccinare solo i volontari che soddisfano le condizioni relative al loro stato di salute ed età.

Prima di agire, il medico del lavoro deve verificare che il dipendente sia idoneo a questa campagna di vaccinazione.
Pertanto, anche se conosce lo stato di salute del dipendente, si consiglia ai dipendenti di presentarsi all'appuntamento con i documenti che giustificano la loro patologia.

Vaccinazione dei dipendenti: informa i tuoi dipendenti delle nuove regole

Il Ministero di ...

Continua a leggere l'articolo sul sito originale →

LEGGI  Aziende con meno di 50 dipendenti: Finanziare gli stipendi con "BONUS AFEST +"