Stampa Friendly, PDF e Email

Le aziende che non applicano il telelavoro integrale quando la loro attività si presta ad esso rischiano i controlli da parte dell'ispettorato del lavoro e, in caso di rifiuto di ottemperare a tale provvedimento, sanzioni severe. Ma il Ministero del Lavoro sottolinea l'istruzione nei confronti dei datori di lavoro recalcitranti, considerando le sanzioni solo come ultima risorsa.

I dipendenti devono praticare il telelavoro integrale nella misura del "Possibile" limitare la diffusione dell'epidemia di Covid-19. La volontà di Emmanuel Macron, espressa nel suo discorso del 28 ottobre in cui annunciava il confino da due giorni dopo e trascritta nel protocollo sanitario, non è sempre rispettata, come mostra un sondaggio che il Ministero del Lavoro ha diffuso martedì 10 novembre. a diversi media, incluso File di famiglia.

Secondo questo studio, che il ministero ha finanziato e commissionato da Harris Interactive, durante la settimana dal 2 all'8 novembre, il 52% dei dipendenti intervistati ha dichiarato di lavorare sul posto di lavoro al 100%, il 18% ha affermato ha dichiarato di praticare il telelavoro integrale, il 18% ha affermato di aver alternato il telelavoro al lavoro in presenza *. Ma era ancora

Continua a leggere l'articolo sul sito originale →

LEGGI  “Colloqui professionali” e “Corso di 6 anni” prorogati fino al 30 giugno 2021