Stampa Friendly, PDF e Email

Formule educate da evitare all'inizio di un'e-mail

È difficile identificare tutte le espressioni di cortesia. Per quanto riguarda le e-mail professionali, possono essere utilizzate sia all'inizio che alla fine. Tuttavia, a differenza di altre e-mail inviate ad amici o conoscenti, le espressioni educate nella corrispondenza aziendale dovrebbero essere scelte con grande cura. All'inizio dell'e-mail, alcuni di essi dovrebbero essere evitati.

 "Ciao" a un superiore gerarchico: perché astenersi?

L'inizio di un'e-mail professionale è abbastanza decisivo. Come parte di a email domanda o un'e-mail da inviare a un superiore, non è consigliabile iniziare un'e-mail professionale con "Ciao".

Infatti, la formula garbata "Ciao" stabilisce una grandissima familiarità tra il mittente e il destinatario. Può essere mal percepito soprattutto se si tratta di un corrispondente che non conosci.

In realtà, questa formula non denota maleducazione. Ma ha tutta la lingua parlata. Ti consigliamo di utilizzarlo per le persone con cui interagisci regolarmente.

Ad esempio, quando vuoi candidarti per un'offerta di lavoro, non è affatto consigliabile salutare il reclutatore nella tua e-mail professionale.

Inoltre, va ricordato, non è consigliabile utilizzare gli smiley in un'e-mail professionale.

Inizio dell'e-mail: che tipo di cortesia usare?

Invece di un "Ciao", considerato troppo familiare e piuttosto impersonale, ti consigliamo di utilizzare la frase educata "Monsieur" o "Madame" all'inizio di un'e-mail professionale.

LEGGI  Prepara un buon piano di scrittura al lavoro

Infatti, non appena è rivolto a un dirigente d'azienda, un dirigente o una persona con cui non si ha un rapporto particolare. È meglio usare questi tipi di espressioni.

Questa formula è gradita anche quando sai se il tuo corrispondente è un uomo o una donna. Diversamente, la forma di cortesia più adatta è la formula standard “Signora Signore”.

Supponendo che tu conosca già il tuo corrispondente, puoi quindi applicare la frase educata "Gentile signore" o "Cara signora".

Il modulo di chiamata dovrà pertanto essere accompagnato dal nominativo del proprio interlocutore. L'uso del suo nome è davvero sbagliato. Se succede che non conosci il nome del tuo corrispondente, la consuetudine consiglia di utilizzare "Mr." o "Ms." come modulo di chiamata, seguito dal titolo della persona.

Se poi si tratta di una e-mail professionale da inviare al Presidente, al Direttore o al Segretario Generale, la frase educata sarà “Signor Presidente”, “Signora Direttore” o “Signor Segretario Generale”. Potresti avere familiarità con il loro nome, ma la gentilezza impone di chiamarli con il loro titolo.

Ricorda anche che Madame o Monsieur si scrive per intero con la prima lettera maiuscola. Inoltre, ogni forma di cortesia all'inizio di una mail professionale deve essere accompagnata da una virgola.