Negoziare un aumento con il tuo datore di lavoro può essere difficile ed estenuante.

I negoziati sono un dialogo volto a raggiungere un accordo. È quindi importante sapere in anticipo cosa si vuole e a cosa si è disposti a rinunciare.

Le trattative salariali con il tuo datore di lavoro dovrebbero essere preparate con largo anticipo. Devi sapere il tuo valore di mercato e il valore che porti all'azienda.

Sapere esattamente quali obiettivi voi e il vostro team dovete raggiungere. Ciò garantirà che i negoziati si svolgano senza intoppi e ti avvicini al risultato desiderato. Ci auguriamo che questo articolo ti aiuti a prepararti per una trattativa di successo.

 

1. Conosci il tuo valore di mercato

 

Prima di negoziare il tuo stipendio, devi sapere quanto vali per l'azienda. Molti fattori possono influenzare il tuo stipendio.

La prima cosa da fare è capire quanto vali nel tuo settore e in base alla tua esperienza. Questa cifra è difficile da stimare perché dipende dalla regione e dal tipo di azienda per cui lavori.

Se lavori in una grande azienda con una struttura retributiva chiara per ogni posizione, sarà meno flessibile rispetto a una piccola azienda familiare.

Devi sapere quale stipendio dovresti mirare in base alla tua esperienza. Gli stipendi variano ampiamente in base al settore, all'anzianità e all'ubicazione, quindi è importante negoziare un buon stipendio.

LEGGI  Tasti 5 che possono aiutare a gestire meglio lo stress / evitare lo stress

Per prima cosa, guarda cosa guadagnano le persone nella tua zona con la tua stessa esperienza e nella stessa posizione.

Quindi determinare l'intervallo di stipendio per la posizione, quindi confrontare lo stipendio medio con gli stipendi di mercato.

 

 2. Cosa hai ottenuto finora?

 

Una parte importante di questo processo è mostrare all'intervistatore perché meriti uno stipendio più alto. Se hai un elenco di risultati, premi e prove del tuo valore per l'azienda, avrai un vantaggio durante la negoziazione.

Una corretta valutazione dei tuoi risultati ti aiuterà a negoziare un aumento, ma non aspettare fino alla fine dell'anno per chiedere un aumento. È più probabile che tu abbia successo se provi a negoziare prima che il budget del prossimo anno sia pronto.

Non parlare solo del passato, perché i tuoi risultati e gli esempi che dimostrano il tuo valore sono più importanti delle revisioni delle prestazioni passate quando si negozia con un datore di lavoro.

 

3. Pianifica i punti che vuoi coprire

 

Quando prepari le tue note di negoziazione, assicurati di rispondere alle seguenti domande. Perché pensi di avere diritto a uno stipendio più alto degli altri? Prima di rivolgerti al tuo capo, prepara un elenco di domande il più specifico possibile. Questo elenco può includere ad es.

Gli obiettivi che hai raggiunto, la quantità di lavoro a cui hai contribuito o i premi che hai ricevuto per conto dell'azienda. Se possibile, usa i numeri reali.

LEGGI  Come impostare obiettivi tenibili?

Anni di esperienza nel tuo settore. Soprattutto se hai superato i requisiti minimi stabiliti dall'azienda.

I tuoi diplomi e qualifiche, soprattutto se molto ricercati nel tuo settore.

Lo stipendio medio di altre aziende per lavori simili.

 

4. Formazione

 

La cosa più importante è prepararsi in anticipo. Preparati per le domande difficili conoscendo il tuo argomento ed esercitandoti finché non ti senti a tuo agio. Il tuo interlocutore sarà sicuramente più esperto e meno preoccupato del risultato di te. Quindi sarà più facile per te attenerti alla tua strategia se sai esattamente di cosa parlare.

Preparati per il colloquio in modo tale da non sentirti nervoso e da poter trovare immediatamente le risposte alle domande difficili.

È meglio allenarsi con un amico o un collega di cui ti fidi e che può darti un feedback costruttivo. Puoi anche registrarti davanti a una telecamera o parlare davanti a uno specchio.

Questo passaggio è particolarmente importante perché parlare con il tuo capo può essere scomodo, ma più ti eserciti, più ti sentirai a tuo agio quando sarà il momento.

 

5. Sii assertivo, persuasivo e fiducioso

 

Per negoziare con successo un aumento, devi essere assertivo e persuasivo. Più sei sicuro di te, più è probabile che il tuo datore di lavoro ti ascolti. L'arroganza e il compiacimento non devono essere confusi con la fiducia nel valutare i propri punti di forza e qualità.

LEGGI  Come sviluppare il tuo progetto professionale?

Nelle negoziazioni, la mancanza di fiducia in te stesso può farti esagerare o scusarti, il che può costarti caro. Invece, descrivi chiaramente l'aumento che stai chiedendo e spiega brevemente perché lo stai chiedendo.

Ricorda che stai fornendo preziose competenze al tuo capo. Se ritieni che il tuo stipendio attuale non sia commisurato alle tue capacità ed esperienza. Preparati a sostenere la tua richiesta con ricerche di mercato salariali supportate da informazioni sul tuo valore personale. Questo è così che puoi presentare la tua richiesta con fiducia.

 

6. Stabilisci obiettivi elevati per la tua richiesta

Uno dei principi base della negoziazione salariale è quello di offrire al datore di lavoro un importo leggermente superiore a quello che si spera realmente di ottenere. In questo modo potrete ottenere un aumento abbastanza vicino al vostro desiderio, anche se ovviamente la vostra proposta viene rivista al ribasso.

Allo stesso modo, se stai offrendo una gamma, assicurati che anche l'importo più basso che stai offrendo sia appropriato. Perché i datori di lavoro sceglieranno quasi sempre il più basso.

Dopo aver raccolto quante più informazioni possibili sul tuo valore di mercato e sulla capacità di pagamento del tuo datore di lavoro. Andiamo, iniziamo la trattativa non esitando, se necessario, a precedere o seguire il tuo colloquio con un posta formale.